CROI

CROI/PILLOLE: STUDI DI COORTE

Pubblichiamo “in pillole” le notizie principali riguardanti il 15-esimo CROI (Conference on Retroviruses and Opportunistic Infections), che si è svolto a Boston, dal 3 al 6 Febbraio 2008. Sul prossimo numero di Delta, presto in distribuzione, sarà presente un report…

CROI/PILLOLE: STUDI CLINICI

Pubblichiamo “in pillole” le notizie principali riguardanti il 15-esimo CROI (Conference on Retroviruses and Opportunistic Infections), che si è svolto a Boston, dal 3 al 6 Febbraio 2008. Sul prossimo numero di Delta, presto in distribuzione, sarà presente un report…

CROI/PILLOLE: NUOVI FARMACI DI VECCHIE CLASSI

Pubblichiamo “in pillole” le notizie principali riguardanti il 15-esimo CROI (Conference on Retroviruses and Opportunistic Infections), che si è svolto a Boston, dal 3 al 6 Febbraio 2008. Sul prossimo numero di Delta, presto in distribuzione, sarà presente un report…

CROI/PILLOLE: NUOVI FARMACI DI NUOVE CLASSI

Pubblichiamo “in pillole” le notizie principali riguardanti il 15-esimo CROI (Conference on Retroviruses and Opportunistic Infections), che si è svolto a Boston, dal 3 al 6 Febbraio 2008. Sul prossimo numero di Delta, presto in distribuzione, sarà presente un report…

EZETIMIBE: UN FARMACO CHE RIDUCE IL COLESTEROLO LDL

Ezetimibe (Zetia) è un farmaco che abbassa i livelli di colesterolo LDL, riducendo l’assorbimento intestinale di colesterolo e dei fitosteroli associati. Nei pazienti con ipercolesterolemia, due studi clinici controllati con placebo hanno mostrato che Ezetimibe riduce la concentrazione di colesterolo…

CROI 2007 – EFAVIRENZ: LA CADUTA DI UN DOGMA

Il clima a Los Angeles è effettivamente “di forte stupore” rispetto all’implicazione di efavirenz nello sviluppo di lipoatrofia. Riportiamo in questa sede due interviste, una al Professor Massimo Galli, Università degli Studi di Milano, Ospedale Sacco, esperto italiano su problemi…

CROI: HIV/HBV: buoni risultati di entecavir

L’entecavir (BMS) ha una specifica attività contro l’HBV e nessuna contro l’HIV. Buoni i risultati su pazienti coinfetti HIV/HBV. L’entecavir non utilizza i substrati epatici coinvolti nella metabolizzazione di inibitori della proteasi ed analoghi non nucleosidici.