DeltaWeb

IN USCITA DELTA 96

Rapporti dalla Conferenza di Geriatria e da ICAR, PrEP un decreto a “alto rischio” di insuccesso.
La rappresentanza delle associazioni in AIFA? Assente ingiustificata. Collegati all’apertura di ICAR, abbiamo toccato alcuni problemi di malessere psico-sociale della comunità T e non solo.
Covid 19: la fine dell’emergenza? Gaynocidio in Uganda: la community scrive al Presidente Mattarella.

DELTA 95

Il quadro generale di cura e prevenzione nel caos del SSN, generato dalle regioni. La PrEP ancora non rimborsabile anche grazie al rallentamento di nuove PdL. La personalizzazione, concetto e pratica clinica, Covid 19, MPOX campagne e aggiornamenti.  Altri approfondimenti e commenti sulla CROI, la Prevenzione nelle sue diverse espressioni, farmacologiche e sociali, un testo sulla cultura del pregiudizio di fronte agli obiettivi dell’ONU, consapevole del ruolo centrale dell’educazione nella lotta contro lo stigma così come dell’educazione sessuale e affettiva, imprescindibili nella ricerca del Benessere individuale e sociale.

ANTICIPAZIONE DI DELTA 95
UNAIDS: LA FINE DELL’AIDS ENTRO IL 2030

Con spirito rivoluzionario che ricorda la celebre opera di Eugène Delacroix: La Libertà che guida il popolo, si è tenuta la cinquantaunesima riunione del Consiglio di Coordinamento di Programma UNAIDS, che prevede azioni da attuare in modo globale contro le disuguaglianze che non permettono contrastare la pandemia dell’AIDS.
Ancora una volta assistiamo ad un evento di UNAIDS i cui obiettivi, per quanto validi e giusti sembrano ambiziosi, almeno per quei paesi che partono da realtà svantaggiate, dettati forse dalla necessità di dare qualche speranza alla sempre più desolante realtà del mondo in cui viviamo. Ad ogni modo, raggiungibili o meno, sono obiettivi che ricordano quei diritti umani che a molti vengono negati.

COMUNICATO STAMPA C.I.C.A.

Riceviamo questo preoccupante Comunicato dalla C.I.C.A. Coordinamento Italiano Case Alloggio per persone con HIV/AIDS. Le 23 strutture socio-sanitarie della Lombardia rischiano di chiudere.
Manca un adeguato e concreto supporto all’azione delle realtà associative che, nonostante tutte le difficoltà, continuano a promuovere attività di prevenzione e sensibilizzazione, offerta del test e contrasto allo stigma oltre che di supporto psicologico e sociale. Peraltro, in perfetta sintonia col Piano Nazionale AIDS e vicariando spesso alla carenza di iniziativa delle istituzioni pubbliche.
Non possiamo tacere questa denuncia e ci associamo alla protesta che avrà luogo al Palazzo Lombardia il 30 novembre alle 11.00

DELTA 94

Delta n. 94 con la lettera aperta al Ministro della Salute firmata dalle organizzazioni del CTS, novità su terapie, farmaci in studio, MPV, il lavoro di Villa Maraini, una rassegna della Seconda Edizione di Giornate di Nadir, un ricordo di Giulio, U=U ed altri temi di interesse della comunità.

ANTICIPAZIONE DI DELTA 94

In vista dell’arrivo del 1° dicembre, Giornata Mondiale dell’AIDS, Nadir ha predisposto una lettera al Ministro della Salute, Onorevole Orazio Schillaci, che contiene i principali problemi non risolti in Italia nella lotta contro il virus. La maggior parte delle organizzazioni del CTS ha aderito al testo.

Vaiolo delle scimmie:
gli ultimi dati europei

Ha avuto luogo il 23 novembre l’ultima riunione promossa da ECDC e EACS sulle novità, quali il profilo citochinico della persona con MPV, (Antinori). I dati epidemiologici aggiornati al 9 novembre mostrano che l’infezione non è in crescita, ma ha superato gli 80 mila casi, dei quali oltre il 90% uomini. Si contano 53 decessi nel periodo da giugno a novembre. Descritte le manifestazioni cliniche, i ricercatori si pongono domande sulla patogenesi e sul futuro.

U = U
Anticipazione di Delta 94

Anticipiamo l’articolo di Delta sul concetto che conferma la non trasmissibilità dell’HIV delle persone in terapia ARV, campagna iniziata da Nadir a marzo scorso. Malgrado l’importanza che rappresenta nel contenimento della diffusione del virus, il messaggio trova ancora obiezioni, contrasti e reticenze a causa della mancanza di programmi informativi.
In questo articolo affrontiamo i benefici che comporta sulla salute mentale e nella lotta contro lo stigma che ancora pesa sull’infezione da HIV.

Oltre alla lettura dell’articolo, Invitiamo i lettori a consultare la Consensus Conference, testo guida che ne definisce principi e limiti, firmato al Ministero della Salute nel novembre 2019: Conferenza di Consenso Italiana su UequalsU (U=U)

U=U
NE SAPPIAMO ABBASTANZA?

Purtroppo, no. Molti ne sanno poco, nonostante il concetto sia stato dimostrato attraverso lunghi studi: le persone con HIV in terapia con carica virale soppressa non trasmettono il virus. Oggi, grazie alla ricerca, vi sono più opzioni terapeutiche che permettono una personalizzazione più accurata e facilitano il raggiungimento ed il mantenimento nel tempo della Undetectability.
Diffondere la conoscenza del concetto U = U, promuoverne la corretta applicazione e godere dei benefici che comporta sia per la salute fisica che mentale, sia individuale sia a livello sociale, sono tra gli obiettivi principali della campagna.

DELTA 93
ESTATE 2022

Terapia: studi sui nuovi farmaci e l’arrivo delle iniettabili a lunga durata di azione.
La Conferenza ICAR.
Alcune risposte OMS sulla sicurezza dei vaccini (che approfondiremo in ottobre), Vaiolo e Pregiudizio.
L’offerta di assistenza psicologica e le risposte delle persone con HIV al sondaggio di Nadir.
Due aspetti dell’invecchiamento.
Il G20 e la strategia di difesa dalle pandemie.
U = U, il tema che interessa tutti.
Annuncio delle prossime Giornate di Nadir.
La Proposta di Legge su HIV e IST si è fermata?

ANTICIPAZIONE DI DELTA 93

Il Governo ferma la proposta di legge D’Attis che mirava, dopo 32 anni di legge 135, a modernizzare le misure per la prevenzione, la terapia, l’assistenza e le ineguaglianze contro le persone con l’HIV e le Infezioni a trasmissione sessuale.
La Ragioneria Generale, infatti, con la notifica “Interventi per la prevenzione e la lotta contro l’AIDS e le epidemie infettive aventi carattere di emergenza (RT)” rigetta con una relazione gli emendamenti proposti dal Parlamento in quanto non ha ricevuto le informazioni sociali ed economiche sulla necessità di un aggiornamento della legge del 1990. Il Ministro tace.

ANTICIPAZIONE DI DELTA 93

Pubblichiamo l’articolo della pscicoterapeuta Annalisa Perziano che prende come spunto la recente esplosione di casi del vaiolo delle scimmie per analizzare la confusione tra concomitanze casuali e nessi causali, meccanismo che promuove stigma e discriminazione.

CASI DI VAJOLO DELLE SCIMMIE

AGGIORNAMENTO SULLA SITUAZIONE EPIDEMIOLOGICA
E INDICAZIONI PER LA SEGNALAZIONE, IL TRACCIAMENTO DEI CONTATTI E LA GESTIONE DEI CASI.

Diramata oggi alle 17.00 la Circolare della Direzione Generale della Prevenzione del Ministero della Salute.
Preghiamo leggere con attenzione per conoscere la descrizione dei sintomi e prevenire i comportamenti che possono portare al rischio di contagio.

FOCUS VAJOLO

Lo spillover dalla scimmia all’uomo del virus del vajolo, non il primo osservato di recente, sta richiamando l’attenzione dei media. La nota inviata da EACS circoscrive il rischio alle persone non vaccinate e con danno immunologico grave.
Importante per le persone con HIV dimensionare questo fenomeno, prima che si creino situazioni di ansia non necessarie. Oltre a riportare sul sito la Lettera EACS, Nadir ha intervistato il Prof. Andrea Cossarizza, Immunologo Clinico, Università di Modena e Reggio.
Molto chiaro il messaggio di allerta e quello sugli strumenti a disposizione per la prevenzione.

DELTA 92
PRIMAVERA 2022

Particolare attenzione alle ripercussioni del conflitto in Ucraina sul sistema salute italiano ed europeo, alla salute mentale  in quanto determinante per lo stato di salute generale. CROI, rapporto della conferenza;  Innovazioni terapeutiche mirate alla personalizzazione del percorso  di salute e flessibili ai diversi stili di vita. U = U, campagna per diffondere i benefici di questo principio. Un approccio al tema Chemsex e come il fenomeno influenza la prevenzione, riassunto della Fragilità in HIV da tenere in conto in epoca Covid19.

DELTA 91 — SUPPLEMENTO SPECIALE
ANTICORPI MONOCLONALI e ANTIVIRALI
COVID-19: PrEP e PEP

L’AIFA ha autorizzato due diverse strategie per la profilassi post-esposizione del COVID 19 (bamlanivimab con etesevimab) e REGEN-COV (casirivimab con imdevimab) di Roche per prevenire COVID-19 in persone ad alto rischio che sono state in stretto contatto con qualcuno noto per avere la SARS-CoV-2. La scorsa settimana, l’FDA ha autorizzato per la profilassi pre-esposizione EVUSHELD (tixagevimab più cilgavimab) per le persone immunocompromesse che potrebbero non rispondere bene ai vaccini COVID-19.

IN DISTRIBUZIONE DELTA 91

Togheter we can stop the virus, una visione artistica della lotta all’’HIV

G20: quali contributi alla Salute, 18th European AIDS Conference, I Sustainable Development Goals dell’ONU, Intervista NYT a Anthony Fauci e le sue enigmatiche previsioni, del XIII ICAR, Aspetti delicati della Telemedicina, i risultati di 40 ANNI VISSUTI SULLA NOSTRA PELLE, una panoramica sulla storia dell’HIV, scritta da chi l’ha vissuta tutta, CIAO, COME STAI? titolo apparentemente banale che indaga sul tema della salute mentale e l’assenza di servizi al riguardo da parte del sistema sanitario e sul ruolo delle associazioni in mancanza di una politica seria a livello sanitario.

IN DISTRIBUZIONE DELTA 90

Tra le novità:

Obiettivi UNAIDS: “Abolire le disuguaglianze per abolire l’AIDS”; Conferenza HIV4RP: la ricerca sulla Prevenzione; Salute mentale in Europa durante la pandemia, studio condotto dall’EATG e, sempre in tema, Libera interpretazione di un lungo silenzio, densa riflessione sul peso della pandemia nel vissuto collettivo.

Test HIV: Un semplice test anonimo, validità e aggiornamenti; Caritas e CNCA insieme per le case di accoglienza per le persone con HIV; Decreto ministeriale sulla Gestione HIV in epoca di pandemia; Criteri etici di telemedicina della WMA.

IN DISTRIBUZIONE DELTA 89

In questo numero: Brevi, ICAR 2020, Tumori della pelle, Osservazioni dalla Conferenza di Glasgow, Tiroide: funzioni e disfunzioni, Il San Gallicano assiste le persone con HIV in epoca Covid 19, Aspettando i vaccini – accesso globale, Bozza LG di terapia intensiva, Giornate di Nadir e PRO HIV, Deprescribing.

IN DISTRIBUZIONE DELTA 88

In questo  numero: Brevi – International AIDS Conference – Covid 19: testimonianze – Criteri etici della ricerca – Igienizzazione ospedaliera – Studi sulle persone con HIV – “Io… e gli altri” – La fatica di essere noi stessi – Distanza sociale – Giornate di Nadir – L’HIV ai tempi del Covid: Videointerviste

IN DISTRIBUZIONE DELTA 87

In questo  numero:
– Brevi
– Raccomandazioni EACS sull’HIV in periodo di COVID19
– Il primo rapporto sui risultati del progetto Linkage to Care
– Nuovi Farmaci
– Invecchiare con l’HIV
– Occhio al Futuro!
– Programma del Seminario Nadir

ANTICIPAZIONE DI DELTA 87

DORAVIRINA
Farmaco di Nuova Generazione
Farmaco non nucleosidico RTI (NNRTI) ad alta barriera genetica studiato per persone naive e pre-trattati resistenti ad altri NNRTI ed in combinazione con il vecchio tenofovir (TDF) e lamivudina. Doravirina è stato approvato dall’EMA e disposta l’immissione in commercio in Italia dall’AIFA a fine 2019.